Cosa varia nell’indicizzazione Google per siti internet

Risale a poche ore fa la notizia che Google modificherà le regole di indicizzazione sito web in modo drastico, e noi di KuboWeb non potevamo esimerci dall’informare subito i nostri clienti. La netta migrazione dal desktop-first al mobile-first, per quanto preannunciata, sarà ufficializzata a partire dal 1 luglio 2019; quindi ci rimane solo 1 mese per adeguarci alle nuove regole di big G. Ma cosa cambierà di preciso? Semplice: si darà molta più importanza alla versione mobile dei siti internet e solo in un secondo momento verranno prese in considerazione le versioni desktop. Questo, è evidente, per adeguarsi alle effettive esigenze della maggioranza dei navigatori online, che vivono in rete tramite i loro dispositivi portatili ed accedono ad un pc sempre più di rado.

Genesi dell’indicizzazione sito web mobile

Prima di tutto è indispensabile ricordare che i siti web desktop sono quelli le cui pagine sono state create per esser visualizzate su di un pc, mentre il sito mobile è quello nato per esser sfogliato da un dispositivo mobile come smartphone o tablet. E’ ovvio che gli spazi, l’orientamento, le dimensioni e la struttura devono esser differenti ed adeguarsi al supporto da cui verranno visualizzati. Per chi è nuovo del settore, viene spontaneo pensare che tale mutamento è automatico, ma in realtà dietro c’è un grande lavoro svolto dal full stack developer, che fa combaciare alla perfezione ogni elemento delle singole pagine per render più piacevole l’esperienza del fruitore. Ed è proprio per questo che Google, attraverso le nuove regole di indicizzazione sito web, a breve favorirà chi ha già reso il proprio sito responsive ed alla portata di tutti.

L’importanza dell’indicizzazione Google

Il più grande motore di ricerca al mondo nasce per facilitare gli utenti del web a trovare esattamente la risposta che cercano nel più breve tempo possibile. Per farlo, con gli anni si è modellato sulle mutevoli esigenze della società e sulle new entry dell’infinito mondo online. Le nuove generazioni sono nate con il cellulare in mano, e molte di esse non hanno la minima idea di come si utilizzi un pc… ma attenzione: loro sono i maggior fruitori della rete! Ecco perché Google rivolge loro un occhio di riguardo, e tra poco inserirà tra i suoi primi risultati anzitutto i siti internet mobile. Il senso dell’indicizzazione sito web è proprio quello di far capire a Google che le risposte per i suoi utenti le abbiamo noi, per cui dovrebbe inserirci tra i suoi primi risultati di ricerca. Per farlo, non basterà avere un sito bellissimo e tante informazioni al suo interno; sono tanti i fattori indispensabili per far comparire il nostro sito internet nella prima pagina di Google, e tra poco la versione mobile li supererà tutti facendo da capolista.

Sei pronto a portare la bandiera? Se no, contattaci per raggiungere il popolo della rete anche tramite smartphone e tablet.

Send this to a friend