Ecco i nostri consigli  per migliorare il tuo Bounce Rate. Non tutti questi suggerimenti saranno rilevanti per ogni sito web, ma seguendo questi pratici suggerimenti riuscirai ad abbassare il tasso di rimbalzo contribuendo notevolmente ad aumentare il successo complessivo del tuo sito.

h

1. Contenuti della Pagina

La prima cosa da esaminare è il contenuto di ogni pagina di entrata nel tuo sito web:
Fornisce un valore reale? Invita il visitatore a leggere e approfondire il sito? Le informazioni sono aggiornate? Il contenuto della pagina segue i titoli? È ben scritto in termini di qualità e stile appropriato per il pubblico? Proposta di credibilità? Il testo è presentato con una buona leggibilità? (Suggerimenti per la leggerezza: dividere il testo in piccoli paragrafi, dividere le immagini, utilizzare elenchi puntati / numerati se necessario e includere sottotitoli per ogni sezione della pagina.) Se il contenuto della pagina non risponde correttamente alle esigenze o ai desideri dei tuoi visitatori essi cambieranno pagina invece di soffermarsi e leggere di più.

l

2. Design e Usabilità

Forse il tuo contenuto è fantastico, ma è avvolto in un disegno che spegne gli utenti. O forse il sito è troppo difficile da usare. L’esperienza utente di un sito è un fattore molto importante per incoraggiare i visitatori a rimanere attivi e trascorrere più tempo sul tuo sito. Puoi informarti su questo argomento su internet o affidarti ad un professionista designer per valutare il tuo sito e suggerire modi per migliorare il design e la funzionalità.

I

3. Chiamate all'Azione (Call to Action)

Questo è un importante sottoinsieme di design / usabilità: le tue pagine dovrebbero essere progettate per rendere chiare ai visitatori dove dovrebbero cliccare: un pulsante per eseguire un’azione particolare, un collegamento ad un’altra pagina pertinente, un modulo da compilare o in qualsiasi altra azione che desideri che i visitatori possano eseguire. Se le “call to action” sono deboli, non interessanti o difficili da individuare, i visitatori possono decidere di uscire invece di continuare a navigare sul tuo sito. Allo stesso modo, assicurarsi di non confondere i visitatori mostrando loro troppe “call to action”.

4. Navigazione del Sito

Un altro aspetto importante da considerare è la facilità di navigare nel sito. Se gli utenti trovano troppo difficile o  vengono invitati a guardare intorno al sito, non lo faranno. Deve essere facile individuare collegamenti ad altre pagine che destano interesse nei visitatori, si possono inserire link che si trovano accanto / sotto e, anche meglio, un numero equilibrato di collegamenti interni in-line rilevanti che rendono facile e ovvio trovare contenuti correlati.

5. Messaggi di Annunci e Parole Chiave

Se stai pagando gli annunci per spingere gli utenti verso il tuo sito è veramente importante che i messaggi trasmessi e le parole chiave offerte corrispondano agli stessi contenuti che si troveranno dopo aver cliccato su un annuncio . Molti utenti sono già un po’ preoccupati degli annunci, ma faranno clic se sembreranno rilevanti. Pertanto, è  molto importante che la pagina di destinazione dimostri chiaramente ai visitatori che si riferisce direttamente al messaggio dell’annuncio e alle parole chiave. Se gli utenti, già scettici, non vedono istantaneamente di essere venuti nel “posto giusto”, con molta probabilità abbandoneranno il sito..

6. Pagine per Cellulari

Il tuo sito utilizza tecniche di “design responsive” in modo che sia “navigabile” anche su schermi piccoli? Una grande percentuale dei tuoi visitatori stanno probabilmente utilizzando i loro telefoni per visualizzare il tuo sito web (è importante controllare i rapporti di analisi per vedere quali risoluzioni dello schermo utilizzano i visitatori. Google Analytics segnalerà anche le dimensioni e l’orientamento della finestra del browser utilizzato). Se il tuo sito non è bello e facile da navigare su piccoli schermi, molti di questi utenti faranno solo clic su “Indietro”, aumentando così la frequenza di Bounce.

A

7. Velocità di Caricamento delle Pagine

Nessuno ama aspettare una pagina web caricarsi,  e se una pagina prende troppo tempo per apparire i tuoi visitatori scompariranno prima ancora di vederla. Le pagine di caricamento lento (generalmente considerate come quelle che richiedono più di due secondi per essere visualizzate) provocano quasi sempre elevati tassi di bounce perché gli utenti tornano Indietro prima ancora di vedere cosa c’è. Per verificare la velocità di caricamento delle pagine, utilizzare uno strumento gratuito online, ad esempio Google PageSpeed Insights, che presenta anche raccomandazioni specifiche per migliorare i tempi di caricamento.

v

8. Auto Pop-Up

In modo sicuro per inviare i visitatori in esecuzione non appena vedono una pagina è quello di includere elementi che guidano le persone impazzite. Assicurarsi che i pop-up siano funzionali e consegnino all’utente una sorta di valore. Se stai raccogliendo indirizzi e-mail, indica il valore presente nell’elenco selezionando tutti i coupons, le campagne o gli sneak peaks che vengono forniti in un elenco.

9. Collegamenti Esterni

Potrebbe essere vantaggioso fornire link  di rilevanza per il pubblico ad altri siti web. Ma più visitatori cliccheranno su questi collegamenti più  andranno ad aumentare le tue frequenze di Bounce. Poiché il tuo obiettivo è probabilmente quello di far si che i tuoi visitatori continuino a navigare sul tuo sito, considera con molta attenzione se includere o meno altri link esterni nelle tue pagine di iscrizione.

t

10. Collegamenti Interrotti

Se il tuo sito contiene collegamenti interrotti non permetterà ai visitatori di leggere altre pagine! Per questo motivo è importante eseguire la scansione regolare del tuo sito e assicurarsi che tutti i collegamenti funzionino correttamente. Due strumenti gratuiti per la verifica del collegamento online sono W3C Link Checker e Dr. Link Check.

Send this to a friend