I contributi economici per l’innovazione tecnologica a Pescara e Chieti

L’anno nuovo è appena arrivato e, con esso, le novità che il Governo ha riservato ai cittadini italiani. Tra aumenti di tasse e diminuzioni di stipendi, spiccano le poche note positive. Ossia i finanziamenti che lo Stato ha destinato ad alcune fasce di lavoratori. Tra questi rientrano i fondi per le micro, piccole e medie imprese da destinare all’innovazione tecnologia, chiamati Voucher digitali I4.0. Dell’argomento si discute ormai da diversi mesi e soltanto adesso si è concretizzata la possibilità di accedervi. Questo grazie alle singole provincie che hanno recepito il progetto nazionale e stabilito come attuarlo.

I contributi camerali a Chieti

La Camera di Commercio di Chieti attraverso il “Bando voucher digitali I4.0 – Anno 2017 ” offre un sostegno economico a tutteBando-voucher-digitali- le MPMI per l’adeguamento tecnologico. I vocher possono esser richiesti da imprese di qualsiasi settore economico per interventi digitali e di crescita informatica. Essi potranno coprire fino al 70% dei costi totali sostenuti; nel pratico fino ad un massimo di 2500€ (più un bonus di 250€). Le domande dovranno esser inviate esclusivamente in via telematica sul sito della Camera di Commercio di Chieti  (dove si trovano tutte le informazioni, la modulistica e i dettagli dell’iniziativa) e si ha tempo dalle ore 8.00 di lunedì 8 gennaio 2018 fino alle ore 21.00 di venerdì 26 gennaio 2018.

I contributi camerali a Pescara

Nella provincia di Pescara, la Camera di Commercio ha deciso di destinare i voucher per la digitalizzazione al “Progetto Abruzzo, una iniziativa del sistema camerale abruzzese per la valorizzazione dei territori, tipicità, eccellenze e borghi”. Così facendo, ha voluto unire la crescita tecnologia a quella del territorio, destinando i fondi alle MPMI del solo settore turistico. I contributi statali, in questo caso, saranno pari al 50% delle spese sostenute, fino ad un massimo di 8000€. Anche la Camera di Commercio di Pescara ha scelto la ricezione esclusiva delle domande in via telematica all’indirizzo cciaa@pec.chpe.camcom.it, mentre maggiori informazioni si trovano direttamente sul bando . I tempi per l’invio della richiesta sono molto più flessibili. Si può presentare la domanda a partire dal 02 gennaio 2018 fino al 30 giugno 2018.

Un’opportunità unica per le imprese abruzzesi

Nonostante la lunga attesa e le incertezze, la possibilità di una concreta crescita tecnologica è arrivata anche in Abruzzo. Bisogna ammettere che nella nostra regione eccelliamo in tante cose, ma troppo spesso ci troviamo indietro in campo informatico. Siamo un popolo di pastori e contadini ed è giusto dare maggior rilievo alle nostre origini, ma senza un adeguamento tecnologico il lavoro di chiunque potrebbe risultare vano. Un esempio? A seguito del maltempo che ci ha colpito nel 2017 molte aziende abruzzesi ne hanno risentito economicamente e tutti i TG nazionali ne hanno parlato; alcuni imprenditori del nord Italia, venuti a conoscenza di ciò, avrebbero voluto dare una mano ai piccoli imprenditori locali, con il supporto della tecnologia. Se i suddetti non avessero un sito internet, alcuna modalità per esser rintracciati o alcuno strumento per la ricezione telematica di denaro, avrebbero scarse possibilità di ricevere qualsiasi sostegno da parte di chi non li conosce direttamente.

voucher-digitalizzazioneMa non solo….

Nel ultimo articoli pubblicato sul nostro blog si è parlato molto dell’ erogazione dei Voucher per la digitalizzazione delle PMI. Questa è una misura agevolativa per le micro, piccole e medie imprese che prevede un contributo, tramite concessione di un “voucher”, per ottenere il rimborso del 50% delle spese totali su un importo non superiore a 10 mila euro.

Come fare?

Per chi proviene da un settore “pratico” in cui fino a ieri non era necessario l’intervento dell’informatica, non è facile scegliere da dove cominciare. In questo caso sarebbe utile un corso di formazione specifico, che aiuti a muovere i primi passi con gli strumenti tecnologici basilari, come software per la gestione dati o che riducano al minimo l’intervento umano. Un ulteriore valido aiuto sarebbe ottenere e gestire un’identità sul web, da affiancare ad un’adeguata gestione dei rapporti con i clienti online. Ricordiamo che oggi è indispensabile esser presenti sul web con un sito internet, un profilo social e un’eventuale e-commerce su cui presentare e vendere i propri prodotti (dando la possibilità di pagare online). In qualsiasi caso, i professionisti di KuboWeb ti potranno aiutare a scegliere il percorso migliore per te e, grazie al sostegno delle Camere di Commercio, iniziarlo e portarlo avanti ti costerà fino al 70% in meno rispetto al prezzo di listino. E ricorda: i fondi sono limitati e per la loro assegnazione farà fede la data di presentazione della domanda. Non farti sfuggire questa opportunità, contattaci  subito!

Send this to a friend