La realizzazione siti web è ancora un tabù

Pochi giorni fa la Cresa (Centro regionale di studi e ricerche economico-sociali) ha reso noti dei dati drammatici sul livello culturale degli abruzzesi. Gli elementi presi in considerazione sono molteplici, ma a noi che ci occupiamo della realizzazione siti web, sta a cuore soprattutto l’aspetto informatico e la grave arretratezza digitale. Siamo un popolo molto affezionato alla nostra terra e si scherza spesso sul nostro orgoglio eccessivo. Proprio per questo, dovremmo esser spronati al miglioramento, per noi stessi e per evitare che l’Europa intera si faccia beffe di noi.

Il risultato dell’analisi

CresaLa Cresa si è prefissata l’obiettivo di studiare l’aspetto sociale ed economico in Abruzzo, analizzando il comportamento in ambito lavorativo, amministrativo, culturale e privato. Tra i dati raccolti è emerso che la popolazione abruzzese dotata di competenze digitali è del 17,6% per gli uomini e 15% per le donne. Questo significa che chi è in grado di utilizzare in modo corretto i dispositivi digitali e sfruttarli al meglio per sé stesso e per gli altri è una mosca bianca. Ovvero meno di 2 persone su 10. Ma nel resto del mondo la situazione è ben differente: numerosi paesi alla pari dell’Italia utilizzano l’informatica quotidianamente. Applicandola alla sfera privata e al lavoro, riscontrandone l’effettiva necessità per quel che sono le esigenze nel 2018. Invece qui ci domandiamo ancora cosa vuole fare da grande chi ha scelto la realizzazione siti web come lavoro.

I provvedimenti indispensabili

Come reagire dinnanzi ad un quadro simile? Noi della KuboWeb facciamo parte di quella fetta di popolazione che si occupa della realizzazione siti web e investiamo costantemente in formazione e aggiornamento per tentare di risollevare le sorti dell’Abruzzo. La sensibilizzazione a tale argomento può esser fatta solo da professioni. Noi di KuboWeb impieghiamo tutte le nostre forze per far capire ai nostri clienti quanto sia importante adeguarsi all’innovazione tecnologica. E’ pur vero che oggi, grazie ai costi irrisori e alla rete wifi free, il famoso “digital divide” di cui si (s)parlava una decina di anni fa è quasi estinto. Ma questi dati parlano da soli: non basta possedere un dispositivo digitale, è necessario saperlo utilizzare!

Dati, numeri e parole

L’ambito digitale è il più drammatico, ma anche quello scolastico e culturale dovrebbe farci riflettere. L’alfabetizzazione scolastica superiore raggiunge uno scarso 40% e la formazione universitaria è al di sotto del 20%, mentre la formazione extra è al di sotto del 10%. Ma non basta: non solo abbiamo una minima percentuale di professionisti qualificati, abbiamo anche un’elevatissima percentuale di “neet”, ovvero giovani che non studiano e non lavorano. A rincarare la dose ci sono gli abruzzesi interessati alla cultura (musica, teatro, libri ed altri interessi artistici), per l’esattezza 1 su 4. Dunque, il problema non è solo capire che la realizzazione siti web è un lavoro serio alla pari della coltivazione diretta della terra, ma è soprattutto la totale inattività di gran parte degli abruzzesi.

Alzati e cammina!

Se c’è riuscito Lazzaro, possiamo riuscirci tutti. Nonostante il quadro spaventoso può scoraggiarci, da qualche parte bisogna pur partire per risollevarci e adeguarci agli standard europei (in primis italiani). Esser definiti “un popolo con poca cultura e poco digitali” dai giornalisti fa male, e il nostro orgoglio non dovrebbe permetterlo.

Sappiamo far divinamente cibo e vino, abbiamo paesaggi mozzafiato e numerosi teatri e siti artistici, ma non sappiamo come comunicarlo e valorizzarlo.

Attraverso la realizzazione siti web si potrebbero raggiungere utenti in tutto il mondo. Ma prima di addentrarci nel cyberspazio bisogna conoscere bene il mondo digitale con cui interfacciarci nel quotidiano. La formazione è indispensabile, ma bisogna anzitutto comprenderne l’importanza ed esser motivati al cambiamento.

Noi di KuboWeb ci crediamo e siamo a disposizione di tutti gli abruzzesi per consulti e interventi di ogni genere. Contattaci, noi crediamo in te e nella nostra splendida terra.

Send this to a friend