Recensioni TripAvisor e reputazione online

In passato abbiamo parlato di quanto le recensioni oggi influenzino le idee di chiunque e adesso vorremmo focalizzarci su TripAdvisor. Anche se il mondo si è fermato per qualche mese, il portale per recensire tutto ciò che riguarda il turismo non si è mai fermato. Infatti, su uno dei siti più famosi al mondo è possibile esprimere il proprio pensiero in merito bar, ristoranti, strutture ricettive, musei, parchi e opere d’arte di ogni sorta. L’importante è averlo visitato o provato almeno una volta, seppur è una regola che non tutti gli utenti rispettano… Scopriamo insieme i pro e i contro di TripAdvisor e come sfruttarlo al meglio per mantenere elevata la propria reputazione online e rimanere soddisfatti delle proprie visite turistiche.

 

Come TripAdvisor ha cambiato il turismo

Fino a pochi anni fa i turisti si muovevano in base a gusti personali e passaparola da parte di amici e parenti avventurieri; ma in poco tempo, e con la diffusione di TripAdvisor, lo scenario turistico mondiale è cambiato. Il servizio è gratuito, dunque chiunque può iscriversi e lasciare recensioni, comprensive di foto a testimonianza della propria esperienza. Però (perché c’è sempre un però!) ognuno si esprime in base ai propri gusti personali, e si sa che è tutto troppo soggettivo per prendere le recensioni come verità assoluta valida per tutti. Inoltre, c’è il lato oscuro del web che comprende chi lascia recensioni false con gli obiettivi più disparati. E quindi?

 

Vero o falso con TripAdvisor

Una buona parte, seppur sotto il 10%, viene rimossa da un dipartimento specializzato da TripAdvisor, in quanto falsa o fuori luogo. Questo è avvenuto a seguito della nascita di aziende specializzate in recensioni a pagamento (dunque false) con l’obiettivo di accrescere la reputazione di un’attività presente sul portale. Inoltre, non è raro imbattersi in recensioni fatte da competitor o da chi non ha ancora ben capito come funziona. Ed anche in questo caso i creativi di Facebook ci mettono lo zampino, creando una pagina sarcastica che raccoglie un gran numero di recensioni comiche o “inutili”. Ridiamoci su con “Insultare su Tripadvisor sentendosi grandi chef”.

 

TripAdvisor ai tempi del coronavirus

E’ ovvio che, in fin dei conti, TripAdvisor è uno strumento innovativo ed utile, e poi capiamo bene il perché. Intanto un fatto importante è che i recensori di tutto il mondo non si sono fermati neanche con il lockdown coronavirus, approfittando della pausa casalinga per commentare luoghi visitati in passato. Di certo il volume di recensioni è calato notevolmente e per un po’ il sito non avrà grandi visualizzazioni, ma chi sta pianificando le ferie è già andato a dare una sbirciatina. Per i ristoranti e i bar, invece, per il momento ci capiterà di leggere per la maggior parte solo commenti sui prodotti consumati, dato che sono ancora pochissimi quelli che torneranno a frequentarli.

 

L’utilità dei pallini di TripAdvisor

In realtà, come anticipato, i gusti sono soggettivi e non è detto che ciò che piace a me piace anche a te; per questo bisogna saper utilizzare TripAdvisor con coscienza. Ciò di cui deve tener conto un ristoratore è che più pallini ha e meglio è posizionato in classifica, dunque raggiungibile a molti. Ma ciò che i consumatori più attenti sanno è che devono basarsi anche su foto e recensioni pessime per capire punti di forza e di debolezza di ogni locale.

Quindi noi di KuboWeb consigliamo di continuare a consultare le recensioni e lasciarne con criterio, ma anche di non vedere in esso uno strumento assoluto su cui basarsi.

 

 

Inizia a Chattare
Hai bisogno di aiuto?
Ciao! 👋
hai bisogno di un nuovo sito internet o di un nostro servizio e non vuoi perdere tempo? ⏲

⚡Scrivici e ti aiuteremo subito! 🚀